System integrator per PMI digitali: perché scegliere Cata

Il system integrator ha il compito di supportare l’azienda nella costruzione della strategia di digital transformation più opportuna per lei, per promuovere l’efficienza dei suoi processi e aumentare l’efficacia di business. In particolare, il ruolo di un system integrator impegnato nella gestione della digitalizzazione delle PMI deve essere quello di aiutarle nella trasformazione in ottica digital dei processi verticali e nell’ottimizzazione delle attività cross funzionali, così come nel change management necessario quando si introducono nuove tecnologie. CATA Informatica, per fare tutto questo, ha nel proprio portafoglio prodotti una serie di soluzioni software a cui affianca elevate competenze oltre che tecniche, progettuali e applicative.

 

Che cosa fa un system integrator oggi in una PMI?

In generale, il ruolo del system integrator si è evoluto negli anni: da mero fornitore di tecnologie si è trasformato in consulente e partner per l’azienda che intraprende il proprio percorso di digitalizzazione, in particolar modo per quelle realtà che non possono contare su approfondite competenze interne.

Nello specifico, la system integration applicata alla digitalizzazione e automazione dei processi della PMI richiede una significativa conoscenza dei settori industriali in cui le organizzazioni operano. L’obiettivo è, infatti, poter intervenire in modo concreto nell’integrazione dei dati patrimonio del sistema informatico e delle informazioni che sempre più, grazie alle tecnologie inerenti Industria 4.0, provengono ad esempio dagli impianti produttivi, da applicazioni software dipartimentali o dai partner di filiera.

 

System integrator, il metodo di CATA Informatica

Gli esperti CATA sono a disposizione delle aziende per fornire gli strumenti necessari per mettere in pratica le strategie di business e migliorare le performance dei loro processi attraverso l’utilizzo della tecnologia.

Le competenze messe in campo sono in particolare relative all’inserimento in azienda del sistema informativo, coinvolgendo tutte le funzioni aziendali integrandole e efficientando i processi cross funzionali; inoltre, soprattutto negli ultimi anni, CATA ha investito su soluzioni e competenze specifiche in ambito di Sales Transformation e Industry 4.0. Agli skill tecnici CATA affianca quelli relativi al change management, ovvero la gestione del cambiamento, che è condizione imprescindibile per beneficiare di tutte le potenzialità della tecnologia.

Premesso che non esiste alcun progetto uguale a un altro, CATA ha messo a punto una metodologia con alcuni passi da seguire in tutte le aziende per supportarle nella digitalizzazione e rappresentare l’anello di congiunzione tra la tecnologia dei vendor (quale, per esempio, quella di TeamSystem) e i particolari bisogni dell’utente finale.

In pratica, viene effettuata una puntuale analisi del “as is”, per poi indicare quel che dovrebbe essere il “to be”: questo significa analizzare con accuratezza i processi, fare un assessment da un punto di vista multidisciplinare per capire non solo la dotazione IT ma soprattutto l’andamento dell’operatività. Tutto questo considerando che ogni settore industriale di appartenenza ha sue specifiche peculiarità e, quindi, anche per funzionalità analoghe (si pensi a produzione, finanza e controllo, ecc.) si hanno logiche molto diverse.

L’esperienza acquisita da CATA in tanti diversi progetti consente di raccogliere le informazioni indispensabili per poi avviare il progetto di introduzione della nuova tecnologia in qualsiasi ambiente commerciale o industriale.

Anche il deployment, naturalmente, differisce da situazione a situazione, ma in linea generale il comportamento degli specialisti CATA non cambia: la soluzione viene configurata per raggiungere gli obiettivi operativi e strategici che ci si è prefissati e, attraverso un Comitato Guida di Progetto, le aziende Cliente potremmo seguire puntualmente l’avanzamento del progetto in termini di tempi, costi e, milestone raggiunte e future.

A quest’ultimo proposito, le attività condotte da CATA per supportare il cliente nella formazione tecnica e di processo e nel change management consentono di far “attecchire” la tecnologia sui modi di lavorare e sulle abitudini delle persone.

Collaudi e test prima e poi valutazione dei risultati via via raggiunti dopo il go live della soluzione consentono di capire se si sta lavorando correttamente o dove e come si possano apportare miglioramenti ed evolutive per ottenere, in ultima analisi, il risultato di tener correlati tecnologia e business.

white paper - pmi data-driven